RENZETTI 1909 MILANO. GUILLOCHÉ HANDICRAFT WORKS AND DECOR

Cos’è quel bagliore che ci attrae?

Molti di voi ricorderanno quel leggero scintillio che caratterizzava un accendino, una penna d’argento, un portasigarette appartenuti a un genitore o a un nonno. Ma come erano fatti questi oggetti e perché?

Erano oggetti di uso comune incisi a guilloché, fatti per durare tutta la vita ed essere tramandati di padre in figlio – come molti orologi di alta gamma, vintage o nuovi, con quadrante decorato a guilloché.

Il motivo guilloché più conosciuto e diffuso è sicuramente la ‘Grana di riso’ o Barley, lo stesso che oggi possiamo vedere e toccare con mano sui volanti delle auto d’epoca che lavoriamo nel nostro laboratorio. Sono decorati esattamente come un tempo, incidendo linea dopo linea ognuna delle tre razze, con le stesse macchine antiche.

Il guilloché sui volanti, infatti, fu messo a punto per smorzare la lucentezza abbagliante delle razze che poteva disturbare i piloti, e adottato come elemento decorativo di altri oggetti di uso quotidiano, diventando in molti casi una finitura imprescindibile.

Scopri le attuali potenzialità applicative del guilloché a questo link:
https://www.guilloche.com/decoration-design/